8 GIORNI A DISABILANDIA parte 1

GIORNO 1

Partenza ore 11.00 da casa: destinazione Disabilandia.
A metà strada piccola sosta all’autogrill perché sentivo la necessità di sgranchirmi le gambe. ????
Dopo un qualche giretto per Bologna, alle ore 14.00 arriviamo a Disabilandia.
Il “Comitato di Benvenuto” ci ha accolti con una bella visita approfondita con il dott. Villanova.
Ci siamo sistemati in una suite di lusso, dotata di tutti i confort necessari a due star in trasferta! (Trad: stanza piccola con tante carrozzine!)
Per fortuna per cena lo chef ha riservato per noi il meglio della cucina bolognese! ????

GIORNO 2

Inizio rock&roll con un bel prelievo del sangue. Dopo aver esplorato inutilmente buona parte del mio braccio sinistro, hanno pensato bene di rivolgere la loro attenzione al polso destro! Per fortuna una vena passava di lì!
La consolazione non ha tardato ad arrivare: una brioche con la nutella è un cappuccino mi stavano aspettando al bancone del bar.
Senza respiro ci siamo sparati una bella lista di varie eco-cose.
La nota positiva è arrivata verso le due del pomeriggio: la fisioterapista. A me è andata bene, è una ragazza coetanea molto carina! Mio fratello si è beccato il fisioterapisto!

GIORNO 3 

Visite visite visite…
È proprio vero che il terzo giorno è quello della resurrezione. Sfruttando un momento di distrazione, siamo riusciti a “darcela a gambe” per un brevissimo (ma molto alcolico) aperitivo fuori porta. Almeno un portico di Bologna l’ho visto. 

GIORNO 4

La giornata è filata via un po’ più liscia. Mi hanno provato la pressione solo 4 volte in una giornata… 110 su 80. Chi mi ammazza a me!✌

To be continued >

Mattia Mutti